CAMPAGNA ASSOCIATIVA CRESME 2018 Scopri di più

Logo Cresme

XXVI RAPPORTO CONGIUNTURALE E PREVISIONALE CRESME

 
 

MILANO 27 Novembre 2018 - ore 9,15-17,30
CENTRO CONGRESSI FONDAZIONE CARIPLO
Via Romagnosi, 8 - Milano

 

IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI: 2018-2023

PROGRAMMA

Copertina congiunturale 2018

"E adesso?" Cosa succederà nel settore delle costruzioni nel 2019? E’ un grande interrogativo al quale si cerca di dare risposta nel XXVI Rapporto CRESME, che affronta i rischi di una nuova fase carica di incertezze sul piano nazionale, europeo e internazionale. Nel rapporto dello scorso anno si disegnava un quadro economico positivo, ma segnato dai rischi politici: “la determinante principale dei mercati finanziari – scriveva la BRI - sono diventati gli eventi politici”. In realtà, quello che sembra emergere è qualcosa di più degli eventi politici, ovvero, il cambiamento delle politiche economiche.

L’implementazione della cosiddetta “Trumpnomics” sta generando una guerra commerciale Cina-USA e, potenzialmente, USA-Europa, segnando l’avvio di una stagione burrascosa per le esportazioni e il commercio mondiale; la politica dei tassi della FED fa invertire i trend di crescita della borsa americana, innescando, al contempo, l’inversione dei flussi di capitali dalle economie emergenti verso il più sicuro (e nuovamente redditizio) mercato obbligazionario americano (Turchia e Argentina già ne pagano le conseguenze); nella primavera del 2019 l’Europa vivrà una delle campagne elettorali più impegnative della sua storia, con spinte nazionaliste in molti Paesi e con al centro: politica economica e tema dei migranti; in Italia, un nuovo governo, e una nuova politica economica, per ora, riaccendono lo spread e dividono esperti e Paese.

Anche i mercati cominciano a mostrare segni di criticità: per molti analisti gli indici del mercato immobiliare degli Stati Uniti hanno raggiunto livelli comparabili con quelli della crisi 2005-2007, e i timori dell’esplosione di una nuova bolla non sono infondati, anche perché in molte altre economie avanzate (vedi Regno Unito, Nord Europa e persino Germania) i prezzi degli immobili sono schizzati verso l’alto (ma non in Italia), mentre la questione dell’esposizione del sistema finanziario non è per nulla risolta. Il settore delle costruzioni si trova, così, inserito in questa fase nuovamente incerta e difficile, proprio mentre i nuovi dati andavano confermando una ripresa degli investimenti, non solo per la riqualificazione del patrimonio esistente, ma anche per le nuove costruzioni. Una riflessione attenta proverà a ricomporre il complicato puzzle del mercato (nazionale e internazionale), arrivando a definire il nuovo scenario previsionale.

 

Prezzi dell'evento:

27 Novembre 2018 ore 9,15 (XXVI Rapporto CRESME + Conferenza)
  • € 1.900,00 + 22% IVA: € 2.318,00

Per due sottoscrizioni della stessa azienda si avrà diritto ad uno sconto del 50% per il secondo sottoscrittore

  • € 1.100,00 + 22% IVA: € 1.342,00 (Soci Cresme)
Non sei socio del Cresme? Scopri i vantaggi
Il pagamento si può effettuare tramite bonifico bancario i cui estremi sono indicati di seguito:
Intestazione: CRESME Ricerche S.p.A.
Banca: UNICREDIT SPA
Agenzia: Viale Libia, 80/82 - 00199 Roma
IBAN: IT 93 X 02008 05219 000000387163
BIC SWIFT: UNCRITM178L

Se sei registrato effettua il Login per riempire i campi

Compila il form di richiesta

Opzionale, ma raccomandato

Socio Cresme: No
l'informativa sulla privacy

I nostri punti di forza

  • Oltre 50 anni di esperienza nel settore delle costruzioni

  • La soddisfazione dei clienti

  • Orientamento all'innovazione e alla formazione

  • L'accuratezza nell'analisi dei dati

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione, scrollando questa pagina o cliccando su OK acconsenti al loro uso.